Blog

Hikikomori

Hikikomori? è una parola araba?

Hikikomori è un termine giapponese che tradotto vuol dire “stare in disparte” e viene utilizzato per riferirsi a quelle persone che decidono di ritirarsi dalla vita sociale per lunghi periodi ( questi periodi possono essere di alcuni mesi o addirittura di alcuni anni ) rinchiudendosi nella propria abitazione, senza aver nessun tipo di contatto diretto con il mondo esterno, talvolta nemmeno con i propri genitori;

Solo i giapponesi ne soffrono?

all’inizio si pensava che questo fenomeno riguardante soprattutto i giovani dai 14 ai 30 anni ( principalmente maschi, anche se il numero di ragazze isolate potrebbe essere sottostimato dai sondaggi effettuati finora ) fosse sino ad oggi rimasto tra i confini del sol levante, ma invece non è così perché è approdato anche da noi con i 100 mila casi ipotizzati in tutta Italia.

Hikikomori èvun termine <<Giapponese, che definisce tutte quelle persone che mirano ad un'isolamento volontario

Ma cosa costringe un hikikomori a isolarsi dal mondo intero?

Vi è mai capitato di vedere ragazzi estremamente timidi che non riescono ad amalgamarsi con la massa? spesso e volentieri capita che abbiamo a che fare con ragazzi estremamente timidi e sensibili che non riescono ad approcciarsi e purtroppo dopo svariate delusioni decidono di evitare la sofferenza allontanando il prossimo a sua volta questo causa un ritiro sociale davvero preoccupante, ma dobbiamo pur dire che non possiamo dare sempre la colpa ad amici e compagni di scuola perché in effetti le cause sono tantissime ma non dimenticate soprattutto che sono soggettive:

  • Forte disagio all’interno del contesto familiare e sociale
  • Interdipendenza genitori e figli
  • Forti pressioni psicologiche da parte dei genitori
  • Severità del sistema educativo scolastico
  • Essere stati vittime di gravi forme di bullismo scolastico ( infatti quest’ultimo può portate ad un’allontanamento dal luogo in cui si è subito il bullismo )
  • Estrema timidezza e sensibilità ( problemi caratteriali da non sottovalutare )

Ma come riconosciamo un Hikikomori?

Come abbiamo detto in precedenza gli Hikikomori al 90 % sono ragazzi spesso di sesso maschile tra i 14 e i 30 anni che per un motivo o per un’altro decidono di isolarsi dal mondo, ma non sapete che spesso e volentieri questi ragazzi sono figli unici con genitori laureati che svolgono mansioni d’alto livello o lavori che li costringono a lavorare dalla mattina alla sera ( senza tornare a pranzo) pertanto in questi casi uno dei due genitori è costretto o costretta ad ottemperare alla mancanza della figura genitoriale per buona parte della giornata, inoltre essendo l’hikikomori una persona che decide di effettuare un ritiro sociale di sua spontanea volontà è quindi una manifestazione di disturbi comportamentali vari e devo dobbiamo pure dire che è difficile capire quali siano i sintomi, ma in questi anni si è capito dopo studi approfonditi che alcuni sintomi accomunano tutti i ragazzi affetti da questa sindrome e sono 4 disturbi:

  • D’ansia sociale
  • Dell’umore
  • Psicotici ( come la schizofrenia )
  • Della personalità

Ma come passano il tempo gli Hikikomori?

Hikikomori è un termine Giapponese, che definisce tutte quelle persone che mirano ad un'isolamento volontario

Questi ragazzi passano il loro tempo su internet , giocando con i videogiochi oppure leggendo libri; infatti spesso cercano di viaggiare con l’immaginazione e per farlo utilizzano i videogiochi o leggono un libro, ma la verità è che provano a scappare dalle difficoltà e talvolta dalle responsabilità che la società ci addossa o ancora cercano di creare relazioni instabili sui social network come Facebook e Instagram, ma il motivo per cui ne parliamo sono proprio i libri.

gli hikikomori leggono?

e si miei cari, i libri in questo specifico caso possono diventare un’arma a doppio taglio, perché è vero che durante il lockdown eravamo costretti a stare all’interno delle nostre case, ma questa è una situazione ben diversa; essere costretti è una cosa, rinchiudersi di tua spontanea volontà è un’altra ; molte persone per passare le giornate hanno cominciato a leggere. I libri ci permettono di viaggiare con la mente senza avere rapporti con altre persone, inoltre in base alla tipologia di narrazione, possiamo immedesimarci tantissimo nel narratore, per questo gli hikikomori preferiscono un libro dalla compagnia di una persona fisica, ma questo è un problema perché non creano rapporti saldi e duraturi e inoltre rimangono segregati in casa non effettuando nessun’altra azione al di fuori di quelle che si possono svolgere all’interno delle proprie mura domestiche.


come di cura?

Vengono utilizzati varie strategie terapeutiche:

spesso si studiano i contesti familiari e sulle relazioni in generale, è molto lontano dall’essere una cura ma fino ad ora possiamo combatterlo solo in questo modo, oppure da un punto di vista farmacologico possiamo curarlo con farmaci antidepressivi.

Sospetto che un mio conoscente sia un hikikomori

Fate immediatamente riferimento al vostro medico di fiducia oppure ad uno specialista perché si deve iniziare immediatamente il trattamento farmacologico e psicologico per evitare l’isolamento.

Conoscevate il termine Hikikomori? o la stessa sindrome?

IMPORTANTISSIMO

Non dimenticate che per qualsiasi cosa dovete rivolgervi ad uno specialista o al vostro medico di fiducia, non prendete alla leggera la situazione può causare problematiche davvero gravi, come ad esempio:

  • uno stato depressivo che porta ad avvertire un vuoto esistenziale
  • l’incapacità di affrontare la vita
  • un senso di fallimento
  • da ricorrenti pensieri di morte (con alto rischio di suicidio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *